Rinforziamo il sistema immunitario consumando Orzo Bio

tossi e bronchiti saranno solo un brutto ricordo

Elisa Faraghini

L'Orzo è un cereale orientale e le sue origini potrebbero collocarsi in Medio Oriente, Tibet o Cina. I reperti preistorici indicano che molto probabilmente si tratta del primo cereale coltivato dall'uomo.

In molti papiri egizi viene testimoniata l'importanza terapeutica di questo cereale, sia per i rimedi contro le infiammazioni, sia come alimento quotidiano.

Odoo CMS- un esempio di immagine flottante

Nei secoli è stato selezionato, incrociato e perfezionato; oggi è il quarto cereale nel Mondo in ordine d'importanza, viene variamente utilizzato dall'alimentazione umana a quella zootecnica, alla produzione di malto e come foraggio (raccolto ancora verde).

Il suo ciclo vitale è più breve di quello del grano in quanto cresce più velocemente, si adatta alle alte temperature e resiste bene alla siccità mentre regge meno bene il freddo a confronto degli altri cereali.

Dell'Orzo si consumano i chicchi che sono ricchi di amido e contengono glutine, per questo l'orzo non è adatto ai celiaci.

Nell'alimentazione umana viene usato sotto forma di farina (per la produzione di pasta, pane e dolci); intero e perlato come il riso nella formulazione di primi piatti; tostato per la produzione di surrogati del caffè e per la produzione di malto per birre o distillati.

L'Orzo molto ricco di Silicio (utile al cervello ed al sistema nervoso) è un alimento adatto in ogni fascia d'età.

Questo cereale apporta all'organismo una buona dose di Fosforo (rimineralizzante delle ossa), Potassio, Magnesio, Ferro, Calcio, Vitamina PP (importante per l'apparato digerente, per la produzione degli ormoni sessuali e per la salute dell'apparato cardiocircolatorio) e Vitamina E.

Molto facile da digerire è altamente energetico e facilita la concentrazione e l'attività cerebrale.

L'Orzo ha spiccate proprietà antinfiammatorie ed emmollienti utili sia al sistema immunitario che al sistema digerente e urinario.

L'Orzo viene infatti usato nelle bronchiti, nella tosse e nelle cistiti, ma anche per la stitichezza in quanto vanta notevoli proprietà lassative.

Il Malto d'Orzo è ricco di Ordenina che stimola la circolazione periferica ed ha un effetto bronchiolitico grazie alla vasocostrizione; inoltre esercita anche un'azione antisettica sull'intestino e stimola la circolazione periferica.

Da alcune ricerche è risultato che la presenza nell'Orzo di alcuni estrogeni di origine vegetale sembrano contrastare la formazione di tumori, in particolare al seno.

L'Orzo ha anche una proprietà galattogena ossia la capacità di stimolare la produzione di latte materno.

È chiaro che l'orzo rechi all'organismo moltissimi benefici; non a caso il decotto d'orzo chiamata anche "tisana di Ippocrate" abbia un potere ricostituente, emolliente, antinfiammatorio, lassativo, digestivo.

Condivisione