Combattiamo l'asma con i Semi di Girasole Bio

tra i semi quelli con il minor apporto calorico

Elisa Faraghini


I Semi di Girasole sono in realtà i frutti di una pianta annuale erbacea comunemente chiamata Girasole (Helianthus Annuas) appartenente alla famiglia delle Composite.

Il suo nome deriva da due parole greche: "Helios" che significa "Sole" ed "Anthos" che significa "Fiore", in virtù del suo eliotropismo che consiste nella capacità di girare il capolino verso il sole.

Nella mitologia greca si narra di una ninfa di nome Clizia che, innamoratasi del dio sole Apollo, non facesse altro che guardare il carro del suo amato volare in cielo; dapprima Apollo sedusse Clizia, ma poi se ne stancò, lasciando la sventurata piangere immobile in mezzo ad un campo rivolta al cielo, per nove giorni. Così il suo corpo si irrigidì trasformandosi in uno stelo, i suoi piedi si conficcarono nel terreno e i suoi capelli divennero una corolla gialla. Il Dio Apollo l'aveva trasformata in un bellissimo fiore che tuttavia continua a guardare il suo amato sole.

Il Girasole arriva dal Perù, dove veniva coltivato già dal 1000 a.c, fu portato in Europa dai conquistadores spagnoli solo nel XVI secolo come pianta rara e curiosa,mentre oggi è una coltivazione largamente diffusa e coltivata su grandi estensioni di terreno in vari paesi, soprattutto in Russia, Ungheria e Romania.

Il Girasole offre in natura una bellissima scenografia, bella da vedere ed elogiata da poeti (come Eugenio Montale e Gabriele D'Annunzio) e pittori (come Van Gogh): già gli Incas nell'antichità avevano identificato nel girasole l'immagine del loro dio Sole.

Questo bellissimo fiore, che in realtà è un'infiorescenza, può contenere al suo interno fino a 1000 frutti che racchiudono in se' una mandorla di grande interesse industriale ed alimentare chiamata comunemente Seme di Girasole ed annoverata tra i semi oleosi. Tra questi, i Semi di Girasole sono quelli con il più basso contenuto calorico; sono infatti composti dal 45% di grassi, dal 20-28% di proteine e da circa il 23% di carboidrati; ma il loro maggior valore è dato dall'elevatissimo contenuto vitaminico , tra cui spicca il Tocoferolo o Vitamina E: sostanza dal più alto effetto antiossidante, oggigiorno molto ricercata per la capacità di rallentare l'invecchiamento e proteggere l'organismo da alcune malattie degenerative.

La Vitamina E, utile per la protezione del cuore e dell'intero sistema cardiovascolare, ha un azione antinfiammatoria ed antiossidante importante per combattere i radicali liberi e di conseguenza per ridurre il rischio di sviluppare il Cancro o altre patologie come l'Aterosclerosi, l'Ictus o l'Infarto; la vitamina E è stata individuata anche come elemento in grado di proteggere i polmoni dallo stress ossidativo nella prevenzione delle malattie respiratorie.

Il loro elevato contenuto di vitamina E, dona ai Semi di Girasole anche un potere antinfiammatorio nel trattamento dell'asma, dell'artrosi e dell'artrite.

Nei Semi di Girasole troviamo anche un alta concentrazione del complesso vitaminico B (soprattutto B1, B3 e B5) ma anche A e D.

Le vitamine del gruppo B prendono parte al metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine e sono quindi essenziali per la produzione dell'energia e per il normale funzionamento del sistema nervoso, del cuore, dei muscoli e contribuisce alla formazione dei globuli rossi; la vitamina B3 è necessaria per una buona circolazione e per la salute della pelle, aiuta la normale secrezione dei fluidi biliari e dello stomaco, potenzia la memoria e riduce il colesterolo; la vitamina B5 aiuta la crescita e lo sviluppo, è necessaria al corretto funzionamento delle ghiandole surrenali e del sistema nervoso e le si attribuisce un ruolo anche nella prevenzione di stati depressivi.

I Semi di Girasole sono ricchi di sali minerali tra cui spicca il Magnesio, il Potassio, il Selenio, il Ferro, il Fosforo e lo Zinco.

Il Selenio favorisce la riparazione delle cellule e la sintesi di quelle danneggiate, contrastando la prolificazione del cancro: recenti studi hanno dimostrato la stretta correlazione tra un basso consumo di selenio ed una maggiore incidenza delle malattie tumorali.

Il Potassio e il Magnesio aiutano il cuore e gli altri muscoli, così come i tessuti nervosi, per mantenimento di un giusto equilibrio.

Il Magnesio oltre a favorire un relax generale, contribuisce ad evitare stress ed emicranie.

Il Ferro contenuto nei Semi di Girasole li rende un ottimo alimento contro l'anemia e per fare il pieno di energia.

Lo Zinco stimola il sistema immunitario poiché lo aiuta nella lotta contro ogni tipo di agente infettivo.

Recenti studi hanno accertato che lo Zinco incrementa la produzione di Mucina, un gel che protegge lo stomaco e le sue mucose dalla gastrite.

Grazie alla presenza di Rame, i Semi di Girasole sono di vitale importanza per la funzione degli enzimi coinvolti nella produzione di Collagene ed Elastina, che forniscono la resistenza e la flessibilità di ossa e articolazioni.

I Semi di Girasole sono ricchi di acidi grassi essenziali, tra i quali troviamo l'Acido Folico: consigliato in gravidanza per il corretto sviluppo del feto, l'Acido Linoleico: apprezzato per le proprietà antitumorali, per la prevenzione dell'arteriosclerosi e del diabete e nel favorire l'accrescimento di massa magra rispetto a quella grassa e l'Acido Clorogenico: dall'alto valore antiossidante che svolge un'azione antibatterica ed antinfettiva.

L'utilizzo dei Semi di Girasole è particolarmente indicato nei cambi di stagione, sia perché le loro proprietà antiossidanti stimolano il sistema immunitario contro le malattie da raffreddamento e le influenze, sia perché rafforzano i capelli contrastando la caduta tipica di questi periodi dell'anno.

Esiste una leggenda in cui si ritiene che crescere una pianta di Girasole nel giardino di casa, possa impedire l'arrivo dell'influenza; naturalmente si tratta soltanto di una credenza popolare ma il decotto di Semi di Girasole viene tuttora realmente utilizzato come rimedio per bronchiti, laringiti, tonsilliti, influenza e tosse.

Sembra che i Semi di Girasole abbiano un gran potere lenitivo anche nel caso di mal di testa, sia esso di origine nevralgica che ormonale o cronica: basta lasciare in infusione tre grammi di semi di girasole per ogni tazza di acqua bollente.

Per assumere tutti i benefici dei semi di girasole bisognerebbe consumarli crudi, in aggiunta ad insalate o ai cereali della prima colazione, ma per i palati più golosi si possono anche tostare in una padella antiaderente con un pizzico di sale prima di consumarli in aggiunta a qualsiasi piatto o nell'impasto del pane.

Condivisione